Boa constrictor

Questa scheda allevamento boa constrictor imperator nasce per dare quante più informazioni possibili ai neofiti che si avvicinano o comprano un boa constrictor imperator all’interno delle fiere rettili ESOTIKA PET SHOW.

BOA CONSTRICTOR

-Tassonomia
*Classe Reptilia
*Ordine Squamata
*Famiglia Boidae
*Genere Boa
*Specie B.Constrictor

-Distribuzione
Il Boa constrictor vive esclusivamente nelle regioni tropicali dell’America centro-meridionale, dalle coste del Messico al Paraguay e all’Argentina settentrionale. Inoltre, è presente anche in numerose isole al largo della costa del Pacifico e nei Caraibi come le Piccole Antille, Trinidad, Tobago e Dominica.

-Descrizione
Esistono diverse varietà di boa constrictor rinvenute nel commercio di animali domestici, inclusi i boa dalla coda rossa (Boa constrictor constrictor) e i boa settentrionali (Boa constrictor imperator). Questi serpenti sono originari di parti del Nord, Centro e Sud America. La loro cura è abbastanza simile e tendono a stare bene in cattività. Sebbene i boa abbiano generalmente un temperamento piuttosto docile, è importante rispettare la loro forza intrinseca. Proprio come si stringono attorno alla preda, possono avvolgersi strettamente e dolorosamente attorno a te. Tuttavia, con la manipolazione regolare, la maggior parte dei boa impara a sentirsi a proprio agio con le persone. In effetti, possono diventare animali domestici piuttosto docili e tranquilli. E sono serpenti che richiedono poca manutenzione e non hanno bisogno di molto in termini di cure quotidiane una volta che hai sistemato il loro alloggio e la loro routine alimentare.

-Allevamento e Stabulazione
Mentre i piccoli boa possono essere ospitati in acquari di vetro, i serpenti più grandi avranno bisogno di teche personalizzate, acquistate in commercio o costruite a casa. I boa constrictor sono molto potenti e scappano se ne hanno la possibilità, quindi le teche devono essere sicure. Una ottima teca per un boa constrictor adulto sarà lunga dai 150 a 200cm, larga e alta dai 60 ai 100cm circa.
I nascondigli sono essenziali per far sentire il tuo serpente al sicuro. Devono essere previste almeno due tane, una a ciascuna estremità del gradiente di temperatura. Le tane possono essere mezzi tronchi, contenitori di plastica capovolti con un foro sul lato o anche scatole di cartone. Assicurati che non siano troppo più grandi del serpente pere aiutarlo a sentirsi sicuro. Dovrebbero essere puliti o sostituiti quando si sporcano.
Nella teca dovrebbe essere presente anche un ramo di albero pulito e sterilizzato che sia abbastanza pesante da sostenere il peso del serpente. Immergilo in una soluzione di candeggina, risciacqualo molto bene e asciugalo accuratamente prima di aggiungerlo, se lo hai preso dall’esterno. È possibile utilizzare anche legni acquistati in negozio.

*Temperatura
I boa constrictor provengono da climi tropicali, quindi le temperature calde nei loro recinti sono essenziali. Durante il giorno dovrebbe essere mantenuto un gradiente di temperatura compreso tra 28 a 32°C. Inoltre, dovrebbe essere previsto un punto in cui crogiolarsi tra 32 a 35°C.
Di notte, le temperature possono scendere fino a 26 a 30°C.
Le temperature nella teca sono fondamentali, quindi sono indispensabili termometri accurati con misurazioni in diversi punti del recinto (l’estremità calda, l’estremità fredda e il punto in cui si crogiola). Per mantenere le temperature è possibile utilizzare una combinazione di lampadine a incandescenza, elementi riscaldanti in ceramica e piastre riscaldanti. Eventuali lampadine o elementi riscaldanti, dovranno essere schermati per evitare ustioni, alle quali i serpenti sono piuttosto sensibili. Le rocce calde non dovrebbero mai essere usate.
I boa generalmente non necessitano di alcuna illuminazione UV speciale.
È possibile utilizzare una varietà di materiali o substrati per rivestire il fondo dei recinti dei boa constrictor. Il substrato può aiutare a imitare l’ambiente naturale del serpente e manterrà una certa umidità. Per i serpenti giovani, rivestire la gabbia con carta o tovaglioli di carta è spesso l’opzione migliore per una facile pulizia. Per gli adulti è possibile utilizzare anche la carta e il tappeto per rettili. Il vantaggio della moquette è che i pezzi possono essere tagliati per adattarli alla recinzione e un pezzo sporco può essere sostituito con un pezzo di ricambio mentre il pezzo sporco viene pulito e disinfettato. Alcuni proprietari usano anche la corteccia per rettili, anche se può essere costosa. È meglio evitare i trucioli di legno a causa dei problemi di irritazione e del rischio di ingestione e impatto accidentali.

*Umidità
Mantenere un livello di umidità nel recinto compreso tra il 60 e il 70%. Tenere una ciotola d’acqua nel recinto può aiutare ad aumentare il livello di umidità, oltre ad appannare l’area. Dovrebbe essere pulito regolarmente, poiché i serpenti spesso defecano nell’acqua.

-Alimentazione
I giovani boa dovrebbero essere nutriti più frequentemente degli adulti. I serpenti piccoli possono essere nutriti ogni 5-7 giorni, i serpenti intermedi ogni 10-14 giorni e i serpenti completamente cresciuti ogni 3-4 settimane. Regola l’alimentazione per mantenere una buona condizione corporea nel tuo serpente. E tieni presente che molti serpenti in cattività sono sovralimentati, quindi l’obesità può essere un problema.
I serpenti appena nati possono essere nutriti con topi e conigli (uno per alimentazione) man mano che crescono. Un boa constrictor adulto mangerà alcuni ratti per pasto o un coniglio ogni mese. Non dare mai a un serpente una preda più grande della sua parte più larga del corpo.
Inoltre, evita di maneggiare il tuo serpente per almeno 24 ore dopo un pasto, altrimenti potrebbe verificarsi un rigurgito. I boa generalmente amano nascondersi con la loro preda per mangiarla. Quindi non sorprenderti se il tuo serpente scompare in una scatola di nascondigli con il suo pasto e non lo vedi per un po’.
Il momento del pasto è il momento in cui è necessaria la massima attenzione per maneggiare i boa constrictor (come con qualsiasi altro serpente). Non dargli da mangiare con le mani, poiché ciò aumenta il rischio di morsi accidentali se scambiano le dita per cibo. E lavati bene le mani dopo aver maneggiato il cibo, altrimenti il serpente potrebbe colpirti. Un bastone può aiutare a spingere il serpente lontano dalla porta della gabbia al momento del pasto per evitare problemi.

-Riproduzione
La riproduzione in cattività non è difficilissima.
La maturità sessuale viene raggiunta intorno al terzo anno di vita.
Sembra che un periodo di circa due mesi a bassa temperatura (12-18°C) stimoli l’accoppiamento che generalmente avviene in febbraio-marzo.
La gestazione dura circa 5-7 mesi; la specie è ovovivipara e partorisce tra i 15 e i 40 piccoli già perfettamente formati. Di norma cominciano a nutrirsi regolarmente dopo la prima muta che avviene dopo circa 15 giorni dalla nascita. A questo stadio si possono offrire loro topini appena svezzati.

-Curiosità
-Il boa è un ovoviviparo, significa cioè che non depone le uova ma partorisce direttamente i serpentini neonati, dopo una gestazione che può durare anche 300 giorni

VI RICORDIAMO CHE IN ALCUN MODO, POSSIAMO SOSTITUIRE L’OCCHIO ESPERTO E LA PROFESSIONALITA DI UN VETERINARIO SPECIALIZZATO IN ANIMALI ESOTICI.
PER OGNI EVENIENZA PERCIO, VI INVITIAMO A RIVOLGERVI AL VOSTRO VETERINARIO DI FIDUCIA ANCHE PER UN SEMPLICE CONSULTO CHE, RICORDIAMO, PUO SALVARE LA VITA DEL VOSTRO PICCOLO ANIMALE DA COMPAGNIA.

Se sei arrivato a leggere fino qui probabilmente adesso avrai un’idea più chiara di come gestire il tuo animale preferito Thank You!

 


Ti aspettiamo ad Esotika Pet Show, visita la HOME PAGE per cercare la Fiera più vicina a te e scarica subito il Volantino Riduzione per avere un fantastico sconto sul biglietto d’ingresso.