Scheda allevamento pogona vitticeps: il drago barbuto

Se stai leggendo questa scheda allevamento pogona vitticeps è probabile che tu abbia appena comprato un drago barbuto in fiera. Esotika pet show ha sviluppato questi articoli per i neofiti o per gli appassionati; che per la prima volta si trovano a prendersi cura di un animale esotico. All’interno della fiera trovi diversi allevatori delle medesime specie, il prezzo dell’animale piò cambiare in base al morph (colorazione), genetica, serietà dell’allevamento ed eventuali trasporti. E’ buona regola quando si compra una pogona vitticeps non giocare al risparmio ma selezionare un allevamento che ci dia fiducia e garanzia di salute. Possiamo risparmiare su tantissime cose: terrario, riscaldamento, termostato… tranne sulla salute del nostro drago barbuto. Siamo pronti per incominciare! Io sono Edoardo (conosciuto come TartaGuida) e vi accompagnerò in questo articolo.

SCHEDA ALLEVAMENTO POGONA VITTICEPS

Scheda allevamento pogona vitticeps: il terrario

Il terrario è la base per la corretta detenzione del drago barbuto, in commercio ne esistono di diversi tipologie ma le più comuni sono il terrario in vetro e in legno. Per la pogona vitticeps è necessaria una teca in legno di almeno 100 x60 x40 H cm per 1 esemplare; o di 120 x 60 x 40 H cm per 2 esemplari. E’ necessario utilizzare un terrario in legno per evitare la dispersione di calore: la pogona vitticeps è un animale proveniente dal deserto australiano e necessità di ambienti con poca umidità e tanto calore; ma approfondiremo questo aspetto più avanti. Il terrario deve avere vetri scorrevoli anteriori e presentare due prese d’aria opposte tra loro (una in alto e una in basso). Vi lascio queste grafiche per spiegarvi come posizionare la lampada riscaldante in prossimità delle prese d’aria e come strutturare il terrario creando due zone a temperature diverse. Potete acquistare il terrario per il drago barbuto direttamente in fiera: per info e prenotazioni potete selezionare il produttore che più preferite dalla nostra lista espositori: clicca qui

terrario per pogona vitticeps

Immagine di @tartaguida

Scheda allevamento pogona vitticeps: arredare la teca

Arrederemo il terrario della pogona vitticeps con almeno una roccia (possibilmente piatta) da posizionare sotto il fascio di luce della lampada riscaldante), un tronco o radice che possano coprire la sezione di terrario sotto al neon uvb, e una ciotola per il cibo. Per quanto riguarda la ciotola dell’acqua: non la inseriremo: la pogona assimila i liquidi solo dalle verdure e non direttamente dall’acqua).

All’interno del terrario avremo 3 diverse zone divise per temperatura: zona basking (sotto lampada calore) 43/45°C, zona calda (circostante la lampada spot) circa 34/35°C, zona fredda (opposta alla zona calda) circa 26/28°C.

Per quanto riguarda l’aerazione del terrario per il drago barbuto posizioneremo le due prese d’aria opposte tra loro: una in alto a destra e l’altra in basso a sinistra. E’ comunque necessario inserire la lampada spot (riscaldante) in prossimità della bocchetta di aerazione in alto a destra per garantire un corretto ricircolo dell’aria. Vi lascio questo schema per illustrarvi come si comporta l’aria all’interno di una teca per rettili. Colgo l’occasione per dirvi che in nessun modo è possibile tenere una pogona in un acquario o vasca in vetro per pesci.

aerazione terrario pogona vitticeps

immagine di proprietà di @tartaguida

Illuminazione pogona vitticeps 

All’interni della fiere di esotika troverai diversi shop da cui comprare tutto il necessario per l’illuminazione del terrario per il tuo drago barbuto. In particolare dovrai comprare una lampada riscaldante (non a luce rossa) chiamata anche spot. Per quanto riguarda il wattaggio dipende dalle dimensioni della teca e dall’eventuale utilizzo di termostati. La seconda lampada di cui avrai bisogno è la lampada o neon uvb di intensità minima al 10% . Questa lampada, come la prima, è necessaria al benessere del rettile. In particolare permette al sauro di metabolizzare il calcio; senza di essa rischierebbe di andare incontro a deformazioni legate alla MOM o malattia ossea metabolica.

Il Substrato per pogona vitticeps

Come substrato (materiale per ricoprire il fondale del terrario, “lettiera igienica per intenderci”) utilizzeremo dello scottex per la prima settimana dopo l’acquisto. Ricordiamoci che è sempre buona norma fare un esame delle feci all’animale dopo il suo acquisto (da un veterinario per animali esotici); utilizzando lo scottex per la prima settimana sarà più facile monitorarne il benessere.

L’alternativa pratica allo scottex è un tappetino in pvc o in linoleum di facile pulizia. Per terrari più naturalistici invece possiamo utilizzare fondi argillosi e compatti, in generale sono da evitare tutti i fondali che possono causare blocchi intestinali all’animale se ingeriti.

Foto di allevamento pogona vitticeps @sunsetdragons

Foto di allevamento pogona vitticeps @sunsetdragons

Salute e benessere sul lungo periodo

In questo paragrafo parleremo di alcuni accorgimenti per la salute e per il benessere della pogona vitticeps. In particolare dovete sapere che con la crescita i sauri faranno la muta, ovvero un processo naturale di cambio pelle. Non è necessario fare nulla se non controllare che non siano rimasti residui su coda, dita e zampe ed in caso rimuoverli.

La convivenza di più esemplari di pogona in un solo terrario

Devi sapere che le pogone come tutti i rettili non si fanno compagnia: diffida da chiunque ti dica il contrario. La convivenza di più esemplari in un singolo terrario è possibile solamente per esemplari di sesso femminile e baby fino a 70/100 grammi. Maschio e femmina possono coesistere per brevi periodi durante il periodo di accoppiamento mentre è assolutamente vietato tenere due maschi nello stesso terrario. Vi lascio un altro schema più dettagliato con le misure della teca per 2 esemplari.

convivenza pogona vitticeps

immagine di proprietà di @tartaguida

Drago barbuto alimentazione

Veniamo al paragrafo dedicato all’alimentazione della pogona vitticeps. Le pogone mangiano insetti da pasto vivi (sono rigorosamente VIETATI insetti essiccati) e verdure.  L’alimentazione per le baby (diventa adulta al raggiungimento dei 250g) sarà basata su 70% insetti (alimenti proteici) e 30% verdure. Al raggiungimento dell’età adulta le percentuali si invertono diventando 60/70% verdure e 30/40% insetti. Gli insetti vivi possono essere comprati in fiera o online e sono:

  • Blatte dubia/lateralis
  • Grilli acheta
  • Locuste
  • Hermetia illucens
  • Bachi da seta

Mentre per le verdure utilizzeremo:

  • Rucola, radicchio rosso, valeriana
  • Tarassaco (fiore dente di leone)
  • Carote e zucchine

Assolutamente da EVITARE: lattughe (in quanto troppo acquose), spinaci e bietole (in quanto ricche di ossalati che possono portare alla lunga alla formazione di calcoli renali). Di seguito avete uno schema sulla dieta settimanale per pogone baby/subadulte.

ALIMENTZIONE POGONA

Immagine di proprietà di @tartaguida

Integrazione alimentazione pogona con calcio

Può sembrare un’operazione complicata ma è più semplice a farsi che a dirsi: per l’integrazione useremo un integratore di calcio generico in polvere da utilizzare e spolverare tutti i giorni sugli insetti o sulle verdure. Un secondo integratore multivitaminico invece avrà la dicitura “con vitamina d3” e lo utilizzeremo una volta ogni 10/15gg.

La bruma della pogona vitticeps

Come scheda allevamento pogona vitticeps non potevamo non parlare della bruma. In gergo tecnico la bruma è un periodo annuale in cui l’animale cade in un simil letargo (più leggero); il metabolismo a riposo e rallentato si ritempra e si prepara alla riproduzione per la successiva stagione. Si consiglia per questo rettile di brumare solo esemplari adulti e in perfetta salute.  Prima di brumare una Pogona sarà indispensabile effettuare una visita veterinaria per avere il via libera dal nostro veterinario di fiducia.

L’animale dovrà essere accompagnato dolcemente al periodo di bruma, che dura dalle 6 alle 10 settimane, con uno spegnimento graduale delle luci riducendo il fotoperiodo di circa 1 ora a settimana. Giunti a una riduzione del fotoperiodo di 8 ore smetteremo di alimentare l’animale mantenendo ancora le solite temperature per consentirgli di digerire l’ultimo pasto e ottenere un’ultima defecazione.

Gli animali pronti per la brumazione dovranno essere pesati e mantenuti al buio ad una temperatura diurna di circa 19/20° e notturna 16/18°. Per le successive settimane sarà sufficiente un controllo di peso dell’animale ogni 10 giorni per accertarsi una perdita di peso regolare (circa il 5% del suo peso per tutto il periodo di bruma). Per la bruma potremo addirittura inserire la pogona in una vasca di plastica che verrà chiusa dal coperchio. A questa pratichiamo dei fori di areazione su due lati, posti sempre in modo sfalsato assicurandoci delle temperature sopra indicate. Al risveglio possiamo riattivare l’animale con un fotoperiodo di 6 ore che verrà riportato gradualmente (circa 1 ora la settimana) alle 12 ore.

pogona vitticeps scheda allevamento

Come tenere una pogona: conclusioni

La pogona vitticeps è sicuramente un rettile affascinante da allevare, ricordati sempre di affidarti ai consigli di un veterinario esperto in rettili della tua zona e di comprare tutto il necessario per la cura del drago barbuto. Ricordo che la pogona è un animale australiano e non può sopravvivere ai nostri climi: oltre ad essere illegale rimane comunque pericoloso per l’ecosistema e per loro liberarle in natura. La pogona vitticeps è un animale spessissimo parassitato assicurati di comprare solo da allevamenti fidati con una buona reputazione. Questa scheda è stata realizzata sulla base dell’esperienza di allevamento pogona vitticeps di @sunsetdragons (clicca qui) presente a quasi tutte le manifestazioni di esotika pet show.

Articolo a cura di @tartaguida per esotika pet show

SCOPRI LE ALTRE SCHEDE ALLEVAMENTO DISPONIBILI SU ESOTIKA PET SHOW: CLICCA QUI

 

Altre Attività
19 Gennaio 2022
18 Gennaio 2022
17 Gennaio 2022
17 Gennaio 2022
14 Gennaio 2022